Come si usa lo scovolino? Tutto ciò che c’e da sapere

 In Cura dei denti

Quante volte hai pensato a “come usare uno scovolino”? Infatti l’igiene orale è molto importante per prevenire carie, malattie parodontali e malattie gengivali. Oltre a spazzolini da denti, filo interdentale e collutorio, l’uso dello scovolino è fondamentale ed essenziale.

Può infatti raggiungere zone nascoste e spazi tra i denti, che altri strumenti non possono raggiungere. In questo articolo spiegheremo come utilizzare correttamente lo scovolino.

Cos’è uno scovolino interdentale e qual è il suo scopo

Lo spazzolino interdentale o scovolino, è uno strumento di pulizia tra i denti. È molto importante scegliere la dimensione dello scovolino più adatta alle dimensioni dello spazio tra i denti.

Quando lo spazio tra i denti è ampio, lo  scovolino può rimuovere efficacemente la placca dentale. Lo scopo dello spazzolino interdentale, è quello di  pulire la zona in cui è stata trattata la carie dentale, pulire adeguatamente i molari nascosti, togliere i residui di cibo sotto un ponte dentale oppure pulire lo spazio  spazio lasciato dopo un’estrazione dentale.
Lo scovolino può essere inoltre usato per la semplice pulizia tra molari.

Come si usa lo scovolino?

Come per quanto riguarda il filo interdentale, lo scovolino va fatto scorrere nelle fessure tra un dente e l’altro: Il movimento orizzontale va fatto con accortezza per evitare sanguinamenti gengivali.
I movimenti che dovranno essere fatti saranno dall’alto verso il basso per quanto riguarda l’arcata superiore e dal basso verso l’alto in quella inferiore. Per ottenere una pulizia efficace, consigliamo di eseguire questo movimento per tre volte in ogni interstizio.
Finita la pulizia, è necessario l’uso di un collutorio adeguato per eliminare ogni frammento di cibo e disinfettare la bocca.

Frequenza d’uso

Lo scovolino, come per il filo interdentale, è consigliabile usarlo almeno una volta al giorno. La sua durata prima di essere cambiato, è di circa 10/15 giorni

Vantaggi

Oltre a rimuovere lo sporco, permettere anche di dare un buon massaggio gengivale. L’utilizzo regolare dello scovolino, aiuta a prevenire placca e tartaro tra gli spazi dei denti, riducendo il rischio di infezioni dentali di varia natura.

Svantaggi

Non è indicato per i pazienti che presentano interstizi particolarmente stretti dovuti a denti storti o a malocclusione dentale. L’uso dello scovolino in questi casi, provocherebbe irritazioni o traumi gengivali.
È meglio evitare l’uso dello scovolino durante la convalescenza a seguito di un’estrazione dentale, solitamente 5-7 giorni.

Post recenti

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca