Lingua bianca: cause e rimedi

 In Cura dei denti

Cos’è la lingua bianca

Spesso molti pazienti ci chiedono da cosa possa dipendere la colorazione biancastra della loro lingua. Partiamo con il dire che è una condizione molto diffusa e nella maggior parte dei casi, non deve destare preoccupazione. Si tratta di cellule morte, detriti e batteri che si depositano sulla lingua, andando a costituire uno strato che alla vista appare bianco e sottile.
Tra le cause più banali che definiscono questa colorazione, abbiamo delle tracce di dentifricio lasciate durante una pulizia del cavo orale, e l’uso di un collutorio a base di perossido di idrogeno, che scatena una reazione responsabile delle tracce bianche notate sulla lingua.
Molto spesso però è indice di una scarsa igiene orale associata a marcata disidratazione.

I soggetti più esposti a questo fenomeno sono i fumatori. Il fumo provoca secchezza costante della bocca e quindi maggiori probabilità che si formi della patina bianca.

Può essere causata da una cattiva alimentazione?

Gli studi hanno provato che un’alimentazione scorretta ed iper-lipidica può determinare un’alterazione della normale flora batterica e quindi la formazione di un sottile strato di muco sopra la lingua.
In questo caso, il problema della lingua bianca è puramente estetico e non denota fattori di rilevante preoccupazione

Principali cause della lingua bianca

Mughetto

Una colorazione biancastra della lingua, unita ad un’alterazione della flora batterica, denota una condizione nota come mughetto, una particolare micosi che altera la normale popolazione di batteri presenti nel cavo orale. Più in particolare, si parla di candidosi orale, che connota la lingua con delle macchie biancastre tipiche. Grazie ad un’appropriata cura farmacologica è possibile rimuovere facilmente la patina biancastra, tranne nei casi in cui la malattia è andata d inficiare il sistema immunitario.

Leucoplachia

Una condizione invece che può destare preoccupazione, è la leucoplachia, disturbo caratterizzato dalla comparsa di placche bianche sulla superficie della lingua: è una condizione che spesso viene associata ai fumatori in cui si ha anche un’alterazione della percezione del gusto dei cibi,  oltre alla tipica colorazione bianca della lingua a volte solcata da striature rosse che le conferiscono un aspetto zebrato. In questo caso, è consigliato un consulto medico, dal momento che la leucoplachia può essere talvolta precoritrice del cancro. Non accade sempre così, sopratutto se si smette di fumare.

Scarlattina

La scarlattina è una rara malattia che colpisce i neonati ed i bambini piccoli, scatenata dallo streptococco beta-emolitico del gruppo A. Sulla lingua, si possono notare trasformazioni durante il corso della patologia assumendo connotazioni particolari: inizialmente la lingua viene ricoperta da uno strato biancastro con delle piccole protuberanze. Dopo qualche giorno, la lingua bianca subisce una trasformazione tale da essere descritta con il termine “lingua a fragola rossa”. Dopo circa una settimana, la lingua tornerà all’aspetto normale.

Lichen Planus

Il Lichen è una condizione su che interessa la sfera immunitaria. si manifesta come delle macchie o strie e può interessare lingua, guance, labbra, gengive, labbra. In genere si distingue facilmente dalle altre condizioni viste, perché spesso associata ad altre lesioni bianche presenti in cavità orale.

Rimedi alla lingua bianca

La nostra Clinica Michielan, vi consiglia per prima cosa di migliorare l’igiene orale, magari facendo uso di un puliscilingua. Altro consiglio che ci sentiamo di dare, è verificare la presenza di carenze vitaminiche o di ferro, assicurarsi essere sempre idratati e ridurre il sale negli alimenti, soprattutto nei periodi più caldi. È altresì importante limitare il fumo e l’alcol, che rappresentano un importante fattore d’irritazione.

Post recenti

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca